Una proposta per il Real Albergo de’ Poveri.

Istituito nel XVIII secolo come ente di previdenza e formazione per gli indigenti, ideato e voluto da re Carlo di Borbone, l’Albergo de’ Poveri è un palazzo monumentale di 103.000 metri quadri che sorge non distante dall’attuale Stazione Centrale e dal centro direzionale di Napoli. Real_Albergo_pamphlet_copertina

La destinazione di questo mastodontico edificio settecentesco, oggi di proprietà del Comune di Napoli, é oggetto di un dibattito incompiuto come la sua stessa struttura, dibattito a cui Gianni Vigilante offre il proprio contributo con questo pamphlet.
Il sottotitolo – Il Passato Prossimo Venturo – evidenzia la natura filologica e innovativa della proposta di Vigilante (con alle spalle ha una carriera da architetto all’interno del Comune di Napoli), che restituirebbe il Real Albergo dei Poveri alla sua vocazione sociale.

Vigilante immagina, nel palazzo disegnato dal Fuga, un opificio destinato all’avviamento dei giovani ad arti e mestieri, al design industriale, alle arti minori; fucina di brevetti industriali, di contatti con le realtà estere; concentrato su prodotti di alto livello design oriented, disposto a recepire le istanze del mercato e della cultura con processi flessibili tra artigianato e  design.

Un tecnopolo di innovazione e ricerca, aggregativo e di riferimento, che si avvalga di strumenti di alta tecnologia per sostegno delle piccole e medie imprese; un progetto di riqualificazione urbana e sociale che passerebbe per la costituzione di un marchio posto a garanzia di recupero e valorizzazione ed estensione di nuovi nuclei produttivi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...